Test ufficiali del mondiale Supersport per Bardahl Evan Bros Honda Racing Team

Il Bardahl Evan Bros Honda Racing Team ha concluso due giorni di test ufficiali del mondiale Supersport, che si sono svolti sulla pista di Phillip Island in Australia.

Per la squadra ed il suo pilota Federico Caricasulo, si è trattato del debutto assoluto nel mondiale Supersport ed i due giorni australiani hanno sancito l’inizio di una stagione senza dubbio importante quanto impegnativa.

Nella prima giornata la pioggia che cadeva a tratti ha disturbato il lavoro del pilota e dei tecnici. Caricasulo ha impiegato la prima sessione per imparare a conoscere questo tracciato, uno dei più difficili in calendario. Nel primo turno Federico ha fatto segnare un crono di 1’38”025, ma già nel secondo il pilota del Bardahl Evan Bros Honda Racing Team è riuscito a migliorarsi ed a fermare i cronometri sul tempo di
1’36”775.

La seconda giornata di prove è stata caratterizzata dal caldo e dal vento. I tecnici della squadra italiana e Caricasulo hanno continuato a lavorare sulla loro Honda CBR600RR per adattarla al tracciato australiano e nonostante le difficili condizioni ambientali i tempi di Federico sono scesi costantemente:
-1’36”382 nella prima sessione
– 1’36”052 nella seconda ed ultima.

Sono risultati ampiamente positivi, che danno fiducia in vista del weekend di gare che avrà inizio venerdì e che per quanto riguarda la Supersport si disputerà secondo questi orari :
– Venerdi: FP1 11,30-12,30 FP2 14,45-14,45
– Sabato . FP3 10,50-11,05 Superpole1 13,30-13,45 Superpole 2 13,55-14,10
– Domenica : Warm up 11-11,15 Gara : 13,30

Ricordiamo che rispetto all’Italia il fuso orario in Australia è di 10 ore avanti. Le Superpole e le gare verranno trasmesse in diretta sulle reti Mediaset Italia1 e Italia2.

Federico Caricasulo: “Considerando che questo è stato il mio debutto assoluto nel mondiale Supersport e su questa pista, il bilancio non può essere che positivo. Devo imparare ancora molto e questi test sono stati molto utili proprio per questo. I risultati ci danno fiducia, anche perché non abbiamo ancora utilizzato il motore in versione Supersport. Inoltre oggi pomeriggio con il caldo il grip era diminuito molto e quindi non ho voluto rischiare una caduta che avrebbe potuto compromettere il nostro weekend di gare. Ora dobbiamo analizzare tutti i dati che abbiamo raccolto in questi due giorni. Ci dobbiamo certamente migliorare nelle uscite dalle curve ed abbassare il tempo nell’ultimo settore. La pista mi piace, ma non è facile da interpretare. Per la gara il mio obiettivo è quello di entrare nei primi dieci. So che sarà difficile, ma so anche che potrò contare sull’aiuto del mio team, che voglio ringraziare così come tutti i nostri sponsor”.